Polis
Ancora una bella iniziativa promossa dall’Associazione Il Cittadino Governante Cinzia SCAFFIDI ospite di POLIS PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Giugno 2010 00:00

Polisi_4_giugno32
Polisi_4_giugno53

Ancora una volta l’interessante iniziativa promossa dall’Associazione Il Cittadino Governante con POLIS, i saperi per la politica, giunta al suo quarto appuntamento ha riscosso un importante plauso. L’ospite di venerdì sera è stata la Direttrice del Centro Studi nazionale Slow Food, dott.ssa Cinzia SCAFFIDI: nella suggestiva cornice del Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova si è svolto l’incontro dibattito sul tema “Agricoltura e Pesca sostenibili per una buona alimentazione e per il rispetto dell’ambiente”.
Ad accogliere la stimata e gradita invitata, il presidente dell’Associazione dott. Franco Arboretti, il moderatore dell’appuntamento prof. Andrea Palandrani ed una nutrita e attenta partecipazione della cittadinanza.

clicca qui ed ascolta la presentazione dell'evento su RadioG

clicca qui e guarda i filmati del convegno

clicca qui e leggi il documento diffuso alla stampa

 
I RIFIUTI: DA PROBLEMA A RISORSA PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Marzo 2011 20:33

 

Manifesto_Polis_2_aprile

La prossima conferenza-dibattito di POLIS, che si terrà sabato 2 aprile alle ore 17 presso il Kursaal,  affronterà il tema: “I RIFIUTI: DA PROBLEMA A RISORSA”.

Interverranno:

Poli

Carla Poli

 Direttrice del Centro del Riciclo di Vedelago su

“La gestione dei materiali post-consumo ai fini del riciclo”
Gentilini

Patrizia Gentilini

Oncologa ed ematologa, esponente nazionale dell’Associazione Medici per l’Ambiente su
“Inceneritori di rifiuti: tutto quello che avreste dovuto sapere e che non vi hanno mai detto”


 Le illustri relatrici, partendo dalla problematica dei rifiuti, faranno cogliere i nessi esistenti tra la pulizia delle città, l’ economia verde, la difesa dell’ambiente e  la tutela della salute. Lo riteniamo un appuntamento molto importante: forse è la prima volta che in Abruzzo si parla dei rifiuti con un taglio così innovativo.
Si parlerà di pulizia della città, di raccolta differenziata, di riutilizzo dei rifiuti trasformati in nuove materie prime.
Saranno documentati i danni alla salute e all’ambiente prodotti dagli inceneritori.
Verrà presentata la virtuosa attività economica del riciclo dei rifiuti, capace di generare anche nuova occupazione.
Verrà dimostrato, in sintesi, che è possibile avere la città pulita e la tassa sui rifiuti ridotta, senza bisogno di discariche e inceneritori, anzi creando nuova buona economia.
Invitiamo la cittadinanza a partecipare numerosa, per contribuire a dare una svolta alla gestione dei rifiuti.
L’appuntamento è per sabato 2 aprile alle ore 17 presso il Kursaal di Giulianova.

clicca qui e leggi il nostro comunicato diffuso alla stampa

 
Carla Poli PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Marzo 2011 21:39

Poli“Io non voglio più nemmeno chiamarli rifiuti, per me sono materiali”. Queste parole sintetizzano meglio di qualunque altra il pensiero che in questi anni ha animato Carla Poli, titolare del Centro Riciclo Vedelago, situato in provincia di Treviso.

Eh sì, persino in Italia, seppur lentamente, si sta insinuando la logica della raccolta differenziata e della riduzione dei rifiuti. Ma Carla Poli è già oltre, e non vuole sentir parlare di rifiuti nemmeno per il cosiddetto residuo secco, quello cioè che avanza una volta separato l’umido dalla plastica, dal metallo, dall’alluminio e dalla carta. Per lei il rifiuto non esiste. Al suo posto una straordinaria risorsa, nonché un’opportunità di business tutta da sfruttare.

L'impianto di Vedelago (che non gestisce la frazione umida e che quindi utilizza solo sistemi meccanici), grazie all'accoppiamento di diversi impianti che lavorano in serie, è in grado di rendere riutilizzabile circa il 99% del rifiuto conferito derivante sia dalla raccolta differenziata residenziale porta a porta (proveniente dai Comuni del circondario) sia rifiuti industriali di commercianti ed artigiani; grazie a questi impianti il centro è in grado di portare all'industria una materia prima-seconda riutilizzabile in ulteriori cicli di produzione. La percentuale di rifiuto non differenziabile (principalmente plastiche), e quindi solitamente non riutilizzabile, viene prima estruso e poi tritato finemente fino ad ottenere un granulato a matrice prevalentemente plastica utilizzato principalmente dall'industria come alleggerito nei manufatti edili (mattoni, pali, ecc...) in sostituzione della sabbia di cava (20-30% del materiale necessario alla creazione del manufatto); questo materiale conferisce caratteristiche migliorative ai manufatti ottenuti che rispondono regolarmente alle norme UNI vigenti. La sabbia sintetica ottenuta viene utilizzata anche per la creazione di sedie, panchine, bancali ed altri manufatti vari.

Gli stessi creatori del Centro Riciclo Vedelago dichiarano che i costi globali per la costruzione di un impianto di questo tipo si aggirano attorno ai 5 milioni di euro in un arco temporale di circa 3 anni. Impianti gemelli come quello di Vedelago sono in costruzione in Sardegna grazie all'iniziativa di 14 Comuni locali, con a capo il Comune di Tergu, a  Colleferro (a sud di Roma) e persino a Torre del Greco, che non è esattamente un paesino veneto.

Vedelago

 
Patrizia Gentilini PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Marzo 2011 21:55

GentiliniE' nata a Faenza nel 1949, si è laureata in medicina e chirurgia a Bologna nel 1975, specializzata in Oncologia a Genova nel 1980 e poi in Ematologia a Ferrara nel 1988. Ha lavorato nei consultori familiari e poi dal 1979 stabilmente in Oncologia presso l’ ospedale di Forlì occupandosi sia di Prevenzione-Diagnosi Precoce che di Terapia dei tumori, da 3 anni a questa parte si è prevalentemente occupata di paziente con problemi di tipo oncoematologico. Da alcuni anni ha come interessi prioritari quello della Prevenzione Primaria e della tutela dell’ Ambiente. Autore e co-autore di oltre settanta di pubblicazioni scientifiche, nonché di  articoli divulgativi, ha partecipato a numerosi convegni in qualità di relatore ed ad innumerevoli iniziative/incontri/ dibattiti  sui temi  del rispetto dell’ Ambiente e del  diritto  alla Salute. E’ Presidente per la provincia di Forlì-Cesena dell’Associazione Medici per l’ Ambiente (ISDE - International Society Doctors for Environment- ) e membro della Giunta Esecutiva della suddetta associazione. E’ inoltre  Vice Presidente dell’ Associazione contro Leucemie e Linfomi (AIL ) per la provincia di  Forlì-Cesena.

Inceneritori---ISDE-locandina

 
LE RELATRICI DI POLIS CONVINCONO I CITTADINI: “I rifiuti sono una risorsa e il loro riutilizzo elimina discariche e inceneritori, fa risparmiare i comuni, genera buona economia e nuova occupazione e tutela l’ambiente e la salute” PDF Stampa E-mail
Lunedì 04 Aprile 2011 16:10
In un’affollatissima sala del Kursaal, si è tenuto il quinto appuntamento di POLIS. Le due autorevoli ospiti, Patrizia Gentilini e Carla Poli, con le loro interessanti e documentate relazioni, hanno catturato l’attenzione dei presenti che ripetutamente hanno mostrato il loro apprezzamento con scroscianti applausi. Significativa è stata, accanto alla straordinaria partecipazione dei cittadini giuliesi, la presenza di molti cittadini provenienti da ogni angolo dell’Abruzzo, di varie associazioni ambientaliste e la presenza di molti esponenti politici comunali, provinciali e regionali. Tutti hanno lodato l’iniziativa promossa da Il Cittadino Governante e ringraziato il contributo alla conoscenza e alla riflessione offerto dalle due relatrici. L’oncologa ed ematologa Patrizia Gentilini ha dimostrato, studi scientifici alla mano, che gli inceneritori fanno male all’ambiente e alle persone.
La Direttrice del Centro Riciclo di Vedelago Carla Poli ha dimostrato che i rifiuti sono una risorsa e che esistono le tecnologie per riciclarli praticamente tutti dando vita a nuova buona economia e a tanti posti di lavoro. Guadagnerebbero molto anche i comuni  seguendo questa via virtuosa: i costi di gestione dei rifiuti diminuirebbero di molto; vi sarebbero, inoltre, introiti con la vendita dei rifiuti differenziati per il riutilizzo.
Si sta rivelando sempre più giusta l’idea che ispira POLIS, quella cioè di creare occasioni di incontro fra la cultura con i suoi saperi e la politica. I cittadini acquisiscono strumenti per la partecipazione consapevole, i politici, quelli presenti, possono verificare se stanno operando bene.
D’altronde, tutti hanno diritto, se vogliono, a rimanere ignoranti ma i politici no perché decidono per gli altri ed hanno il dovere di utilizzare i saperi e le conoscenze più innovative.
Dalla partecipatissima assemblea del Kursaal sono usciti, sabato pomeriggio, due messaggi molto precisi diretti ai politici che hanno un ruolo nelle istituzioni comunali, provinciali e regionale:
1)      I cittadini non vogliono gli inceneritori. Questa richiesta è rivolta, in particolare, agli amministratori regionali ma anche a ai rappresentanti delle opposizioni in Consiglio Regionale.
2)      I sindaci ed il consorzio (CIRSU) che si occupa nel nostro territorio della gestione dei rifiuti devono al più presto operare una svolta decisa verso una raccolta differenziata molto efficace in tutti i comuni aderenti e contestualmente riorganizzare tutti i processi industriali affinchè portino rapidamente al pieno riutilizzo dei rifiuti trasformandoli in nuove materie prime, seguendo le felici esperienze ormai collaudate in varie realtà italiane.
Nel ringraziare tutti coloro che hanno partecipato e contribuito a rendere vivo ed interessante il dibattito, auspichiamo che l’amministrazione ed il consiglio comunale di Giulianova, questa volta, di fronte al pronunciamento degli esperti e ad una partecipazione popolare così forte e determinata non si arrocchino di nuovo su posizioni anacronistiche e che, purtroppo, sono risultate fallimentari.
 
Torna "Polis" con Marco Lodoli PDF Stampa E-mail
Domenica 13 Gennaio 2013 08:14

 

Invito Polis_19_gennaio_2013_web_1_Torna "Polis" i saperi per la politica, periodiche conferenze-dibattito in cui autorevoli personalità della cultura incontrano i cittadini sui temi cruciali che oggi la politica si trova di fronte.

 

Sabato 19 gennaio alle ore 17 presso il Kursaal di Giulianovasi terrà la conferenza-dibattito sul tema: 

Dalle aule alla società, da alunni a cittadini, dai saperi al saper fare:
SOGNI E BISOGNI DI STUDENTI E INSEGNANTI PER MIGLIORARE LA SCUOLA DI OGGI
con 
MARCO LODOLI

insegnante, giornalista e scrittore, vive e lavora a Roma. Ha esordito nel 1978 come poeta con Un uomo innocuo per proseguire nel 1986 con il romanzo Diario di un millennio che fugge. Il suo successivo lavoro romanzesco, Snack bar Budapest. Nel 1989  a partire dall’opera Le ragioni del cuore e la nudità dello sguardo sulla vita Marco Lodoli ha tenuto una serie di conferenze tra Roma, Torino, Bari e Firenze. Nel 1990 vince i Premi Piero Chiara per Grande raccordo e nel 1992 il Grinzane Cavour. Vince il Premio Palazzo al Bosco nel ’96 con il romanzo Cani e Lupi. L’anno successivo si aggiudica di nuovo il Grizane Cavour con Il vento.  Da ricordare fra le sue opere più famose i nove raccontiI professori e altri professori Grande Circo Invalido appassionante storia di tre amici anarchici.
Lo scrittore da anni collabora con “la Repubblica”, trattando tematiche riguardanti scuola e insegnamento. Critico cinematografico del settimanale “Diario” le cui recensioni sono raccolte nel volume Fuori dal cinema
 
Grande entusiasmo al Kursaal con Marco Lodoli PDF Stampa E-mail
Lunedì 21 Gennaio 2013 22:51

Sabato, al Palazzo Kursaal di Giulianova, Marco Lodoli, docente, scrittore, giornalista ed autore del romanzo “Il rosso e il blu” ha tenuto una conferenza-dibattito sulla scuola, catturando l’interesse del folto pubblico intervenuto per ascoltare e partecipare. Docenti, studenti e cittadini interessati al tema hanno gremito la sala ed animato il confronto su educazione ed istruzione, evocando il passato, fotografando il presente ed immaginando le future prospettive. Con un eloquio vivace, diretto e ironico Lodoli ha raccontato il mondo della scuola, i suoi mutamenti, le sue criticità, ma ha anche prospettato un cambiamento possibile, necessario. L’iniziativa fa parte delle periodiche conferenze-dibattito organizzate nell’ambito di “POLIS, i saperi per la politica” dall’Associazione Il Cittadino Governante, con l’intento di aiutare la politica a dare il meglio di sé e di ridare entusiasmo alla partecipazione consapevole alla vita politica. Naturalmente i componenti tutti dell’associazione esprimono soddisfazione per il successo dell’evento.

 
A Giulianova si parlerà di nuova economia con Maurizio Pallante PDF Stampa E-mail
Lunedì 20 Maggio 2013 16:30

 

MaurizioPallanteSabato 8 giugno, dalle ore 17.30, a Giulianova, presso il Kursaal, si parlerà di “nuova economia” con Maurizio Pallante, saggista, presidente e fondatore del Movimento per la Decrescita Felice.Decrescita, in senso positivo, in contrapposizione ad una concezione di sviluppo che ci rende schiavi di bisogni, spesso indotti, rendendoci sempre più isolati, alla ricerca di una felicità che ci è negata dagli stessi meccanismi che promettono di donarcela. L’incontro con Maurizio Pallante, autore di numerosi saggi sui temi della decrescita, servirà a riflettere sul senso della nostra vita e su quali sono i valori sui quali è necessario fondare il nostro futuro e quello dei nostri figli, perché un’altra economia è possibile, e dipende solo da noi..

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Successivo > Fine >>

Pagina 2 di 3

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies tecnici" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti". Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l'uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa (Clicca qui). Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information