Nel nostro comune si tassa molto perchè si spende troppo e male

eiopagoSi è tenuto venerdì scorso il consiglio comunale per l’approvazione del bilancio consuntivo del 2014.
Ancora una volta la maggioranza ha voluto soffocare il dibattito consiliare. Quello che tradizionalmente si è sempre fatto, e cioè concedere una decina di minuti in più ai soli capigruppo (sia di maggioranza che di minoranza) data la complessità dell’argomento all’ordine del giorno, questa volta non è stato possibile. La richiesta in tal senso del capogruppo del Cittadino Governante è stata respinta con la forza bruta dei numeri di una maggioranza che, evidentemente, di democratico ha ben poco. Chi nel dibattito consiliare ha a disposizione dieci interventi (tanti sono i consiglieri di maggioranza) più quelli dell’assessore al bilancio e del sindaco e impedisce di esporre più compiutamente al capogruppo  di un gruppo consiliare di opposizione formato da un solo consigliere le valutazioni su come e perchè sono stati spesi da parte dell’amministrazione oltre 30 milioni di euro nel corso del 2014 è sinceramente democratico? Noi non lo crediamo e pensiamo, anzi, che quanto accaduto - e non è la prima volta -  dimostri  che il sindaco e la sua maggioranza hanno una grande paura del fatto che i cittadini possano venire a conoscenza di quanto malgoverno si nasconda dietro le cifre delle entrate e delle uscite del bilancio. Non a caso parlano da anni di bilancio partecipato e non l’hanno mai fatto!
Anzi, la cittadinanza deve sapere che gli esponenti della maggioranza vogliono addirittura modificare il regolamento del consiglio comunale per ridurre ancora di più, su tutti i punti all’ordine del giorno, i tempi concessi ai consiglieri nel dibattito consiliare: va da sé che i gruppi di opposizione formati da un solo consigliere sarebbero molto penalizzati - soprattutto quelli che si preparano documentandosi adeguatamente - e la prevista funzione di controllo sarebbe fortemente ridimensionata. Noi del Cittadino Governante, comunque, ci batteremo contro questa autoritaria restrizione degli spazi democratici nelle istituzioni.
Intanto riteniamo doveroso far conoscere nel dettaglio i numeri e i fatti che l’amministrazione vuole tenere in ombra perchè svelano  che in questa città si spende troppo e male e si tassa in maniera esagerata e poco equa la popolazione.
Invitiamo, pertanto, tutti i cittadini a partecipare all’incontro che si terrà venerdì 29 maggio alle ore 18 presso la Sala Buozzi di Giulianova Paese sul tema: “Come sono stati spesi i nostri soldi in Comune nel 2014?”

 

Pin It

Stampa   Email