Chi ha paura del nuovo e restringe le liberta’ e’ senza futuro PDF Stampa E-mail
Sabato 18 Agosto 2012 15:44

 

Giovedì sera nella nostra città la libertà ha subito una grave limitazione.
La nostra associazione di cultura politica che notoriamente in città promuove tante iniziative in campi diversi, e che è realtà distinta dalla lista civile “Il Cittadino Governate per cambiare”, aveva chiesto ed ottenuto, come d’altra parte era già accaduto altre volte in passato, il permesso di poter promuovere la quarta edizione della  festa “Piazza, Bella Piazza” che si terrà sabato 25 agosto in piazza Dalla Chiesa.
Quindi per essere chiari il fatto è sintetizzabile così: un’associazione culturale chiede di poter far sapere in uno spazio pubblico dove si passeggia, si vende, si mangia e si suona, che la settimana successiva si terrà una festa in un altro spazio pubblico dove suoneranno le bands dei giovani giuliesi.
Inaspettatamente dopo aver allestito lo stand è arrivata l’intimazione di sgomberare e andare via.
A noi tutto ciò pare un fatto di una gravità inaudita, per giunta in una città che vanta le tradizioni democratiche che tutti conoscono.
Ma chi lo ha voluto?
L’amministrazione in un comunicato afferma che “non è ammissibile che un’associazione politica possa divulgare le proprie iniziative approfittando di Calici e Musica”.
Visto che agli organizzatori era stato chiesto il permesso ed essi avevano acconsentito, se la logica ha un senso si deve dedurre che è stata l’amministrazione a volere lo sgombero.
Allora se le cose stanno così, e non possono non stare così, il tutto diventa riprovevole  e chiediamo che non accada più perché altrimenti la faccenda acquisirebbe risvolti preoccupanti e inquietanti.
Noi nel prossimo appuntamento di Calici e Musica chiederemo di nuovo di poter allestire il nostro punto informazioni e speriamo che chi deve fare autocritica per quella data l’abbia fatta, altrimenti apparirà sempre più chiaro ai cittadini ed in particolare ai giovani quanto è vecchia, autoritaria e chiusa l’attuale classe dirigente giuliese. Crediamo, però, che  il vento del cambiamento, che ormai spira ovunque in Italia, spirerà forte anche a Giulianova.

 

Share
 

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies tecnici" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti". Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l'uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa (Clicca qui). Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information