Il Cittadino Governante esprime le proprie preoccupazioni su tagli di Trenitalia

stazioneLe notizie degli ultimi giorni hanno definitivamente svelato una serie di tagli operati dal Ministero dei Trasporti e da Trenitalia sulla dorsale adriatica coinvolgendo inevitabilmente anche la stazione ferroviaria di Giulianova. I negativi effetti dell’unilaterale operazione di razionalizzazione attuata dalla Società nel nuovo prospetto degli orari 2012 risulteranno:
-  Una penalizzazione dei viaggiatori e dei pendolari abruzzesi.
-  Una prevedibile riduzione del flusso turistico verso la nostra regione.
-  Maggiori costi per i passeggeri.
-  In diversi casi, necessità di cambi di convoglio;
-  La totale mancanza di collegamenti notturni verso le principali città del nord (Milano, Torino, Venezia, Verona).
-  Indebolimento di uno dei cardini della mobilità sostenibile.
In dettaglio i tagli riguardano: 4 corse notturne sulla linea Pescara-Bologna, 3 sulla Pescara-Milano, 2 sulla Pescara-Torino, 3 sulla Pescara-Venezia e 5 corse sulla tratta Pescara-Verona. In particolare, dal tardo pomeriggio fino alle prime ore del mattino, non partiranno più quei treni che permettevano di avere la giornata intera a disposizione nei luoghi di destinazione. Tali provvedimenti mostrano chiaramente come l’Abruzzo sia stato escluso dal piano degli investimenti futuri della Azienda Trenitalia.
Sarebbe certo stato opportuno un preventivo confronto con le istituzioni locali da parte di Trenitalia, e comunque ora bisogna far sentire la propria voce a tutela degli interessi della collettività e delle attività turistiche. Il Cittadino Governante si rivolge quindi a tutte le forze politiche provinciali e comunali affinché anche Giulianova prenda parte e posizione contro le operazioni di Trenitalia salvaguardando l’importanza strategica che la stazione ferroviaria riveste sul territorio teramano. Riteniamo che questo sia un tema di una certa rilevanza su cui auspichiamo un interessamento sia della Provincia di Teramo che del Comune di Giulianova.

Pin It

Stampa   Email