Pagine di vita pubblica giuliese

Siamo ormai al paradosso, all’assurdo, all’incredibile:
c’è chi, stando nel consiglio ottiene favori, si permette di difendere addirittura personalmente nel dibattito consiliare i suoi privilegi, offende fino alla provocazione chi muove giuste e documentate critiche, chiede la fine delle riprese della web-cam, fa salire la tensione in aula, sfida cittadini presenti tra il pubblico, li raggiunge con fare minaccioso, mette sostanzialmente in piedi delle risse che nessun altro vuole e poi invoca addirittura la presenza dei carabinieri per mantenere l’ordine in Consiglio Comunale.
Cosa si evince dai fatti provocati dal Consigliere Di Carlo nella seduta del 7 marzo scorso?
  • Presidente del consiglio inadempiente nella censura dei comportamenti offensivi e provocatori del consigliere
  • Conflitto di interessi esibito senza alcun pudore
  • Etica pubblica (questa sconosciuta!!) totalmente mancante in chi dovrebbe, per le funzioni pubbliche ricoperte, dare l’esempio!
Per l’esempio offerto dal consigliere Di Carlo esistono registrazione e video ( le cose cioè che ha chiesto di sopprimere dal prossimo consiglio comunale!).
Noi del Cittadino Governante, evidentemente, auspichiamo che tutto questo non abbia a ripetersi per il decoro della massima assise civica e per il rispetto che si deve ai cittadini.

- cliccando su questo link è possibile visionare il filmato tratto da consiglio del 7 marzo, relativo  alla vicenda in oggetto -
Pin It

Stampa   Email