Vorremmo un sindaco che rappresentasse tutti i cittadini

QT_ex_sadamApprendiamo, dalla stampa, di una fantomatica lettera di imprenditori locali che definiscono “ferma e stagnante” l’economia giuliese. Poi abbiamo letto la risposta del sindaco “nessuno meglio di me comprende i problemi che attanagliano l’economia locale” e che per questo punta tutto sul PRG, sul Lido delle Palme, sull’ex SADAM e sull’ADS-FOMA.
Siamo d'accordo anche noi riguardo le lamentele del piccoli imprenditori, degli artigiani giuliesi e dei lavoratori del settore, indotto compreso: sono troppi i ritardi per piani (Lido delle Palme, ex SADAM, ex ADS-FOMA ma non solo) che potevano essere realizzati già a partire dal 1998.
Ma le amministrazioni che da allora si sono avvicendate, nelle quali il nostro sindaco non è stato spettatore disinteressato (nemmeno quando stava all’opposizione), pur di assecondare l’aumento della rendita fondiaria di pochi (generalmente non di Giulianova), hanno causato, da una parte un notevole rallentamento degli iter e dall’altra la messa fuori gioco delle tante piccole realtà imprenditoriali giuliesi.
Ancora una volta, invece di recitare un doveroso "mea culpa", il sindaco risponde, come suo costume, con le menzogne, cercando di addossare responsabilità inesistenti al Cittadino Governante. Tentando, in questo modo, di infangare la reputazione di un'associazione che si è da sempre distinta per il rispetto della legalità, per la promozione della partecipazione consapevole, e che si è tante volte fatta portavoce delle richieste di migliaia di cittadini.

Pin It

Stampa   Email